Accedi
o
Registrati

o
Menu

La storia

  • Nei primi anni '80 lo spazio verde del parco di Villa Guglielmi era ancora invaso da autovetture e motorini e spesso anche considerato da qualche sporcaccione deposito di elettrodomestici non più utilizzati o addirittura anche di vecchie carcasse di auto. La mattina presto però e anche nel pomeriggio un gruppo di timidi podisti frequentava il parco chiedendo permesso a motorini e autovetture. Molti correvano da qualche tempo magari con il dopolavoro Alitalia o Aereoporti di Roma, un altro grupppo con i cugini dell'Atletica Ostia, altri ancora in solitudine.
  • Nella estate del 1987 si concretizzò la idea di riunirsi anche con lo scopo di far nascere un movimento che recuperasse l'uso ricreativo ed ambientale del parco di Villa Guglielmi. E così Riccardo Tocci con la signora Adriana Picchiarelli convinsero Roberto Pellizzari e Giorgio Dell'Oste a lasciare l'Atletica Ostia; Domenico Di Marco e Lodovico Nerli lasciarono rispettivamente le sezioni podismo degli Aeroporti di Roma e dell'allora SIP, mentre i giovanissimi Milko Alvo e Mauro Frocchi si entusiasmarono all'idea di essere tra i fondatori di una nuova associazione; a completare il gruppo c'erano Rossella Toncelli e Mario Mandolini. Su tutti il mitico Sergio Sbrega che aveva fondato un decennio prima insieme con Silvio De Montis e Franco Lubrano la sezione Atletica dell'allora Polisportiva Roma XIV che aveva cresciuto fin dai 7 anni le sorelle Claudia e Rossella Gattei, ancora oggi atlete in splendida forma. 
  • E così il 15 settembre 1987 questo gruppo inesperto ma con tanta passione si riunì in via Fulco Ruffo di Calabria, 65, alias garage di Domenico Di Marco e fondo la Podistica Amatori Villa Guglielmi che poi nei primi anni ’90 si trasformò in Atletica Villa Guglielmi per l’inserimento dei corsi di atletica giovanile e del settore ginnastica curato fin dalle sue origini dalla capacità e dedizione di Carolina Marini che si avvicinò nel 1988 insieme a Roberto Capellacci, Daniela Valentini e tanti, tanti altri. Primo risultato che ci fece sentire importanti fu la vittoria per la chiusura del parco di Villa Guglielmi alle autovetture: era l' 8 marzo 1988.
  • La nostra storia è profondamente legata all’organizzazione della “Best Woman”; possiamo affermare che la gara ci ha costretto a crescere in fretta e a far tesoro dei tanti consigli che ci hanno regalato gli amici dell'Atletica Ostia e della Podistica Ostia.
  •  
    Lo stesso dicembre 1987 il primo Presidente, Milko Aleo, pensò bene di tuffarsi subito nella organizzazione di gare e così inventammo per il 26 giorno di S. Stefano, una dieci chilometri per le strade di Fiumicino ed Isola Sacra; ricordano i più vecchi che i volantini furono fotocopiati, i premi raccolti da amici e parenti, i partecipanti 101 e vinse l’allora ventiseienne  Marco Cacciamani che gareggiava con i Bancari Romani. Dal 1990 il trofeo Santo Stefano si trasformò in "Best Woman" da un'idea di Ludovico Nerli e Gabriella Stramaccioni alla vigilia in agosto dell' Amatrice - Configno.

Da visitare

fidal.it
fidallazio.it
fiumicinosport.it
bestwoman.it
naturalmentealpiede.com

                                                                                              

News Segreteria